Aborto spontaneo: cause, sintomi e cosa aspettarsi

0
7

Aborto spontaneo: E' un argomento a quale non si vuole mai pensare, figuriamoci discutere, soprattutto se sei incinta. Purtroppo, è molto comune. Secondo l' American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG), circa il 15-20% delle gravidanze finisce nell'aborto spontaneo. Qui spieghiamo che cos'è un aborto spontaneo, cosa lo causa, i sintomi dell'aborto spontaneo e molto altro ancora.

Aborto spontaneo: cause, sintomi e cosa aspettarsi - aborto spontaneo

Che cos'è un aborto spontaneo?

L'aborto spontaneo, definito come la perdita spontanea nelle prime 20 settimane, è il tipo più comune di perdita di un bambino. Le statistiche raccolte da ACOG riflettono solo il numero di aborti spontanei in gravidanze confermate; gli esperti ritengono che il numero reale sia molto più elevato. Si stima che circa il 30-40 % di tutte le concezioni provochino una perdita di gravidanza. Questo perché molte donne hanno l'aborto spontaneo prima di sapere che sono incinte, o prima che sia stato confermato da un medico.

Quali sono le cause?

Anche se è comune per una donna di chiedersi se ha perso il bambino a causa di qualcosa che ha fatto o non ha fatto, è importante non incolpare se stesse. L'aborto spontaneo non è causato da un esercizio fisico moderato, dal sesso o da una piccola tazza di caffè al giorno. La causa più comune è un' anomalia cromosomica o genetica casuale nell'embrione.

Altri fattori di rischio includono

  • Droga
  • Fumo
  • Bere in eccesso
  • Listeria, un batterio che può essere presente in carni poco cotte, uova crude e latticini non pastorizzati
  • Trauma materno, come un incidente d'auto
  • Anomalie ormonali o strutturali della madre (ad esempio bassi livelli di progesterone o fibromi uterini)
  • Età materna avanzata (oltre i 35 anni)
  • Infezioni come la malattia di Lyme o eritema infettivo
  • Malattie croniche come diabete, lupus o malattie tiroidee incontrollate

Quali sono alcuni sintomi di aborto spontaneo?

Le perdite nella gravidanza iniziale sono abbastanza comuni, ma non dovrebbero mai essere considerate normali. In tale caso è sempre giustificata la chiamata al ginecologo. Anche se la presenza di spotting non sempre indica un aborto spontaneo, è un segno che  sta succedendo qualcosa di anormale.

Alcune donne non sperimentano alcun sintomo dell'aborto spontaneo; tuttavia, oltre al sanguinamento, i segni possibili includono:

  • Spasmi da lievi a gravi
  • Dolore alla schiena
  • Perdita dei sintomi della gravidanza, come nausea o vomito
  • Muco bianco o rosa

E' possibile fermare un aborto spontaneo se i sintomi vengono colti abbastanza presto?

Purtroppo, non c'è modo di impedire che un aborto spontaneo accada una volta iniziato. Tuttavia, è vitale essere visti dal medico e curati per prevenire emorragie e/o infezioni.

Che cos'è una gravidanza chimica?

Una gravidanza chimica si verifica quando un uovo è fecondato, ma non si impiantata nell'utero. L'uovo fecondato segnala al corpo di iniziare a produrre hCG (gonadotropina umana ghorionica, a volte comunemente indicata come l'ormone della gravidanza), che può portare ad un primo test di gravidanza positiva precoce - anche tre o quattro giorni prima del primo periodo mancante di una donna. Purtroppo, perché l'uovo non riesce a svilupparsi e impiantarsi correttamente, nessuna evidenza clinica (come un sacco gestazionale o placenta) si troverebbe su un esame ecografico.

Cosa succede durante un aborto spontaneo?

A seconda della situazione medica, il processo fisico di perdere una gravidanza può variare da persona a persona. Alcune donne inizieranno ad avere sanguinamento e crampi, che è causato da contrazioni che stanno lavorando per espellere il contenuto dell'utero, e può far uscire fuori dei grandi coaguli di sangue e tessuti. Se accade rapidamente, l'aborto spontaneo è di solito completato dal corpo senza complicazioni. Nel caso di un aborto spontaneo mancato (quando una donna non ha sintomi e il suo corpo ha sostanzialmente "mancato" il verificarsi della morte fetale), può essere somministrato un farmaco per stimolare queste contrazioni.

Se c'è una preoccupazione che la donna possa continuare a sanguinare pesantemente senza che avvenga il fuoriuscita efficace del tessuto, bisogna procedere con l'evacuazione rapida dell' utero, altrimenti, può diventare pericoloso per la donna. La dilatazione è una procedura chirurgica per completare l'aborto spontaneo.

Quando posso riprovare a rimanere incinta dopo un aborto spontaneo?

Il medico o l'ostetrica possono consigliare di aspettare un certo periodo di tempo prima di cercare di concepire di nuovo (se non lo fanno, sentitevi liberi di chiedere). Va bene anche se non vi sentite pronte a prendere in considerazione l'idea di concepire un altro bambino per un po' di tempo.

Quali sono le mie possibilità di aborto spontaneo durante la mia prossima gravidanza?

Secondo le statistiche almeno l' 85 % delle donne che hanno subito un aborto spontaneo continuerà ad avere una gravidanza sana e a termine il secondo giro.

No votes yet.
Please wait...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here