Parto naturale: come si svolge, pro e contro

0
16

Quali sono i vantaggi del parto naturale?

Un approccio naturale e non medicato del travaglio e del parto è più adatto se desideri mantenere il controllo del proprio corpo il più possibile, essere un partecipante attivo durante tutto il travaglio, e avere interventi di routine minimali come il monitoraggio elettronico.

Se scegli di intraprendere questo percorso, devi accettare il potenziale dolore e disagio come parte del parto. Ma con la giusta preparazione e sostegno, le donne si sentono spesso forti e profondamente soddisfatte dal parto naturale.

Parto naturale: come si svolge, pro e contro

Ecco i pro:

  • La maggior parte delle tecniche naturali di parto non sono invasive, quindi c'è poco potenziale di danno o effetti collaterali per te o il tuo bambino.
  • Molte donne hanno una forte sensazione di empowerment durante il travaglio e un senso di realizzazione in seguito. Nonostante il dolore, molti riferiscono che la prossima volta sceglieranno un parto non medicato. Per alcune donne, essere in carica aiuta a diminuire la loro percezione del dolore.
  • Non c'è la perdita di sensazioni o di attenzione. È possibile spostarti più liberamente e trovare posizioni che ti aiutano a stare a tuo agio durante il travaglio. Resterai in grado di partecipare al processo di consegna quando sarà il momento di spingere fuori il tuo bambino.
  • Il tuo partner può essere coinvolto nel processo mentre lavorate insieme per gestire il dolore.
  • È possibile utilizzare gli esercizi di respirazione, visualizzazione e autoipnosi sia durante il travaglio che in seguito. Molte neo-mamme si ritrovano ad attingere alle loro tecniche di rilassamento nei primi giorni dell'allattamento al seno, mentre affrontano il disagio post-partum, o in quei momenti in cui la cura di un neonato si sente particolarmente stressante.

Massaggio di gravidanza per il dolore del travaglio

Il massaggio durante il travaglio può aiutare ad alleviare il dolore.

Parto naturale: come si svolge, pro e contro

 

Quali sono gli svantaggi di procedere senza farmaci?

A differenza di un'epidurale, le tecniche naturali di riduzione del dolore non eliminano il dolore. Quindi, se non sei interessata a sentire e travagliare con il dolore, sarai più felice con un'epidurale. Inoltre, gli approcci naturali possono non offrire un'adeguata gestione del dolore, in particolare se si finisce con un lavoro prolungato o complicato che richiede molti interventi.

Come faccio a prepararmi al parto naturale?

Una volta che hai ragionato per cercare di consegnare in modo naturale, è necessario che ti prepari attivamente per farlo. Potresti farlo scegliendo una persona di sostegno e l'ambiente di nascita, sviluppando un piano di parto, assicurandoti un buon sostegno al travaglio e educandoti sulle tecniche di parto e di gestione del parto.

E' possibile avere un parto senza farmaci in un ambiente ospedaliero tradizionale, ma per molte donne è più facile travagliare naturalmente in un ambiente alternativo, come un centro di nascita o a casa. I centri di nascita sono progettati per offrire un'esperienza naturale e familiare, e si possono certamente organizzare le cose come si vuole.

Se stai pianificando un parto naturale in un ambiente ospedaliero tradizionale, dovrai discutere esplicitamente con il tuo medico sui desideri e obiettivi. Scoprirai quali interventi sono considerati di routine nell'ospedale e come potrai aggirare.

Alcuni interventi, come l' IV e il monitoraggio elettronico continuo, rendono difficile il movimento. La necessità di rimanere in piedi tende a rendere più difficile la gestione del dolore da travaglio senza farmaci. (Nota che l' American College of Obstetricians and Gynecologists raccomanda che le donne con gravidanze a basso rischio hanno la possibilità di monitoraggio intermittente e frequenti cambiamenti della posizione del travaglio).

Molte donne scelgono un'ostetrica per guidarle attraverso il parto naturale. Le ostetriche sono addestrate per aiutarti a far fronte alle richieste di un travaglio senza farmaci e spesso stanno con te durante tutto il lavoro, che i medici in genere non lo fanno.

Se stai partorendo in ospedale, ti verrà assegnata un'infermiera di travaglio e parto per prenderti cura di voi. Alcuni infermieri sono molto abili nelle tecniche del parto naturale, ma non è possibile scegliere quale infermiere avere. Gli infermieri vanno e vengono in turni, e l'infermiera può avere altri pazienti da curare.

Sia che si preveda o meno di avere un parto naturale, è una buona idea imparare il più possibile in anticipo sulla gestione del dolore sia naturale che medico. La tensione e la paura tendono ad aumentare la percezione del dolore, e tutto ciò che si può fare per alleviare la vostra ansia aiuterà con le sfide future. Essere meno ansiosi può anche aiutare il progresso del tuo travaglio. Perché alti livelli di ormoni dello stress possono influenzare la capacità dell'utero di contrarre.

Inoltre, se stai pianificando un parto naturale, è importante ricordare che, indipendentemente da quanto ben preparato, sano o sicuro sembra esserlo, è sempre possibile che la natura vi getta una palla curva. Potresti aver bisogno di interventi medici che rendano più difficile gestire il dolore in modo naturale, oppure il tuo travaglio può essere molto più lungo o più doloroso di quanto previsto.

Al di là della determinazione a partorire senza farmaci, non ci sono regole speciali per un parto naturale, ma qui ci sono alcune delle tecniche più comuni di coping naturale.

Sostegno al travaglio

Avere qualcuno al tuo fianco che si impegna a darti rassicurazioni emotive e aiutarti ad essere il più confortevole possibile può ridurre drasticamente il tuo livello di ansia e stress. Questo può aiutarti a sentire tutto più sotto controllo e aiutarti a superare i rigori del travaglio senza farmaci.

La ricerca mostra che le donne che hanno un supporto professionale continuo hanno meno probabilità di avere bisogno di farmaci per il dolore sistemico o un'epidurale durante il travaglio, tendono ad avere travagli leggermente più brevi, e hanno meno probabilità di avere una pinza o sottovuoto assistita o un cesareo rispetto a coloro che non hanno tale supporto. Questo può essere particolarmente vero quando una delle persone che ti assistono è uno specialista, che non ha altra responsabilità se non quella di offrire sostegno nel lavoro e al tuo conforto.

Esercizi di respirazione e visualizzazione

La maggior parte delle classi di parto coprono le tecniche di respirazione e visualizzazione focalizzate. A te e al tuo partner possono essere date specifiche modalità di respirazione da praticare, e il tuo istruttore ti può insegnare ad usare la visualizzazione (immaginando un luogo che ti lenisce, ad esempio, o la sicura e facile nascita del tuo bambino) per aiutarti a superare il dolore.

Parto naturale: come si svolge, pro e contro

Si potrebbe anche imparare tecniche come il rilassamento progressivo o controllato, in cui si rilascia la tensione da azzeramento in un determinato muscolo, stringendolo, e poi lasciarlo andare fino a quando non è il più sciolto possibile.

Se hai mai studiato yoga, arte marziale o meditazione, potresti già avere la pratica di cui hai bisogno per respirare attraverso la tua nascita. Potresti anche scoprire che portare qualcosa di speciale da vedere (una foto preferita, per esempio) e avere una musica rilassante ti aiuta a rilassarti.

Queste tecniche si basano sul rilassamento e sulla collaborazione come modo per gestire le tue contrazioni. E c'è qualche ricerca che suggerisce che le tecniche di rilassamento e lo yoga sono associati a una diminuzione del dolore, a un minor numero di pinze o di parti sottovuoto e a una maggiore soddisfazione per l'esperienza del parto.

Posizionamento e movimento

Quando non si è medicati, è possibile provare una varietà di posizioni durante il travaglio, tra cui in piedi o appoggiata sul tuo partner, seduta e inginocchiata.

Anche il movimento può essere confortante. Prova a camminare in giro o a dondolare su una sedia o su un pallone da parto. Muoversi in giro può farti sentire più sotto controllo, il che può alleviare la tua ansia e dolore. E una meta-analisi di studi che guardano al posizionamento e al movimento durante la prima fase del lavoro suggerisce che essere in piedi o camminare intorno può accorciarlo di circa un'ora.

Anche se hai complicazioni che richiedono un monitoraggio continuo, puoi comunque provare diverse posizioni nel letto. Potresti anche essere in grado di stare in piedi, sederti o alzarti al tuo letto.

Alcuni ospedali dispongono di sistemi di monitoraggio wireless (noti come telemetria) che ti consentono di muoverti liberamente.

Durante la fase di spinta, una posizione verticale può aiutare il bambino a uscire, mentre l' assottigliamento o il inginocchiamento possono aiutare ad aprire lo sbocco pelvico. Detto questo, le posizioni migliori sono quelle che vanno bene per te. Quindi sentiti libera di provare una varietà di posizioni e stabilire quelli che ti rendono più confortevole.

Massaggio, terapia tattile, terapia calda e fredda

Il massaggio favorisce il rilassamento, lenisce i muscoli tesi e può ridurre la percezione del dolore da travaglio. È possibile ottenere un massaggio dalle altre persone di supporto, o dal tuo partner - un tocco della persona amata può essere molto rassicurante se ti senti ansiosa. Potresti essere confortata da accarezzi oppure preferire un tocco più forte.

A volte, però, durante il travaglio, potresti trovare il massaggio fastidioso e dovresti comunicarlo al vostro team di supporto.

Molte donne, inoltre, utilizzano comprime calde o una bottiglia d'acqua calda su un ventre o sulla schiena doloranti - o ovunque si sentano disagiate - per aiutarle a rilassarsi e ridurre il dolore. Alcuni trovano le confezioni fredde più lenitive, mentre altri preferiscono alternare caldo e freddo. Vale la pena dare una prova a ciascuno. Assicurati di proteggere la pelle dal contatto diretto con il caldo o il freddo.

Idroterapia

L'idroterapia - utilizzando l'acqua per lenire e rilassare il corpo - può contribuire ad alleviare i disagi del travaglio.

La maggior parte dei centri di nascita (e alcuni ospedali) forniscono vasche extra-grandi o Jacuzzi per le donne che travagliano. E per prepararsi a partorire a casa, alcune donne affittano speciali vasche portatili più grandi, più profonde e morbide di una normale vasca da bagno.

Parto naturale: come si svolge, pro e contro

 

Come le altre opzioni senza farmaci, l'idroterapia ti permette di rimanere vigili e controllati. Immergendosi nell'acqua si allevia la pressione sul corpo, favorisce il rilassamento muscolare e può ridurre il dolore, l'ansia e la necessità di farmaci. Inoltre, ci sono prove che suggeriscono che può anche diminuire la lunghezza della prima fase del travaglio.

Se scegli di sederti per un ammollo, assicurarti che l'acqua della vasca sia a temperatura corporea o più fredda. Tutto ciò che è più alto può aumentare la temperatura e la frequenza cardiaca del bambino.

Non tutte le donne sono buone candidate per la terapia dell'acqua durante il travaglio, naturalmente. Chiaramente non è un'opzione se si hanno complicazioni che richiedono un monitoraggio continuo, per esempio. E la maggior parte dei medici sconsiglia l'immersione se l'acque sono già rotte, per evitare il rischio di infezione da batteri in agguato nella vasca, nei getti d'acqua o nel tubo. Una doccia va bene, però, molte donne trovano una doccia calda essere calmante.

Agopuntura o agopressione

L'agopuntura, utilizzata da secoli nella medicina tradizionale cinese, comporta l'inserimento e la manipolazione di aghi fini in punti specifici del corpo. L'agopressione non utilizza aghi e comporta l'applicazione di pressione a questi punti.

Parto naturale: come si svolge, pro e contro

Nessuno sa con certezza come funziona l'agopuntura per ridurre il dolore. Due teorie comuni sono che la tecnica o blocca alcuni impulsi di dolore al cervello o stimola il rilascio di analgesici naturali chiamati endorfine. I punti di agopuntura comunemente utilizzati nel travaglio includono le mani, i piedi e le orecchie.

Non ci sono molti buoni studi sull'uso di agopuntura o agopressione nel travaglio, e i risultati sono in conflitto. Ci sono alcune prove che le tecniche possono aiutare a ridurre il dolore, ma altri studi non mostrano alcun effetto. In alcuni studi, l'uso dell'agopuntura e dell'agopressione era legato ad una riduzione delle pinze o della portata assistita dal vuoto, e in uno studio queste tecniche erano associate ad un tasso di cesareo inferiore.

Il lato negativo dell'agopuntura è che richiede un professionista esperto, e pochi medici o ostetriche sono addestrati in questa tecnica. Se sei interessato a provare questo metodo e stai per avere il tuo bambino in un centro di nascita o a casa, potresti essere in grado di organizzare un agopuntore certificato per essere a portata di mano.

Ipnosi

Alcune donne si sono rivolte all'autoipnosi durante il parto per ridurre la tensione, la paura e la sensazione di dolore. Per utilizzare questa tecnica, avrai bisogno di allenamento e pratica prima del parto in modo da poter imparare a focalizzare e rilassare i muscoli durante il travaglio. Tuttavia, una recente revisione ha concluso che non vi sono prove sufficienti per giudicare l'efficacia dell'autoipnosi durante il travaglio.

 

No votes yet.
Please wait...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here